lunedì 22 dicembre 2014

Ecco il mio film di Natale...



Dal tatuaggio si intuisce che Adamo è un bel tipetto...




"Le mele di Adamo" è un film del 2005 ma io l'ho scoperto solo oggi e come si dice, meglio tardi che mai.
Una black comedy danese che è una vera e propria chicca cinematografica per chi detesta i filmetti scontati ed invece ama l'humor nero (e pure un po' folle) di storie apparentemente strampalate ma con dentro grandi significati; il bene, il male, la fede, la ragione, la redenzione...
Qui il "porgi l'altra guancia" vi farà letteralmente scoppiare a ridere e personalmente non credevo di poterlo fare in faccia ad Hannibal...sì perchè il protagonista è il bravissimo Mads Mikkelsen che interpreta il ruolo di un prete leggermente disturbato.
Un film grottesco, surreale, paradossale e meravigliosamente riuscito.
Ma non dico altro, fidatevi e andate a recuperarlo su Cineblog.
Sempre che abbiate capito bene le premesse...


Noi ci vedremo il prossimo anno, un 2015 che spero (per me) sarà in grado di annullare il ricordo di questo merdosissimo 2014.
A molti di voi invece auguro un anno. Uno solo di vita ;-)




sabato 13 dicembre 2014

Invento 'staminchia!







Succede che ho incontrato l'ennesima persona che, quando espongo il mio problema di disoccupazione, mi dice: "Se il lavoro non c'è, bisogna inventarlo".
Ecco, alla prossima persona che me lo dice m'invento subito un vaffanculo su due piedi senza troppe spiegazioni.

Vorrei dire che solitamente, chi lo afferma ha già un lavoro e pure abbastanza sicuro punto primo.
Poi, se non hai grandi competenze ma soprattutto non hai soldi nè un garante, è inutile tirare fuori la storia dei finanziamenti a fondo perduto, agevolazioni finanziarie per l'imprenditoria femminile, perchè mi sono informata e nessuno ti regala un cazzo, sono sempre fondi e agevolazioni al 50% o comunque di tuo devi mettere un piccolo capitale anche per i franchising.
Quindi se non ce l'ho e non ho nemmeno chi me lo possa prestare, cosa mi invento? M'invento una rapina?

Prima di aprire la bocca e proferire sentenze, accertatevi che chi avete di fronte non abbia già preso in considerazione tutte le possibili soluzioni.
Nel mio caso, come in quello di tanti, non si tratta di doversi arrangiare o arrotondare lo stipendio, si tratta di avere bisogno di uno stipendio INTERO per l'affitto, le bollette e tutto il resto. Per cui non sono sufficienti i "piccoli lavori creativi".

Lo so, molti di voi penseranno uff che palle questa col problema della disoccupazione...ma io sono qui a svolgere una funzione sociale: leggete della mia condizione e vi sentite meglio dentro la vostra.
Sono qui per farvi sentire meglio! Vi pare poco?
Manco Babbo Natale...




mercoledì 10 dicembre 2014

Quello del manicomio?






E mi viene in mente quel detto popolare siciliano che recita 'Nto munnu tri su li putenti: u papa, u re e cu nun avi nenti.
(Tre sono i potenti nel mondo: il papa, il re e chi non possiede niente) che in pratica significa che chi non ha più niente da perdere può fare qualunque cosa.

Chi è dotato di uno spiccatissimo intuito capirà a quale categoria dei potenti appartengo.
Forse non del tutto ancora ma ci sto arrivando, occorre che mi liberi di questo portatile, del frullatore e del tostapane e poi è fatta!
Ci sono momenti in cui questa forma un po' perversa di potere mi affascina.
Poi purtroppo rinsavisco e continuo a cercare lavoro per reinserirmi in questa società marcescente.



Non c'entra nulla ma mi ha fatto ridere il secondo tizio che si è preso la briga di replicare :D



venerdì 28 novembre 2014

Le mie handmade cards.



Sì lo so, ma suona meglio di "Cartoline fatte a mano" ;-)

Nell'attesa di trovare un lavoro vero ho pensato di sfruttare la mia arte (che troppo spesso ho messo da parte) per qualcosa di più "vendibile" di un quadro, che quindi non costi troppo e che impegni la mia mente in un'attività più costruttiva in grado di distogliere la mia attenzione dal big problem (e che non sia una bottiglia di Cannonau).
Approfittando pure dell'arrivo delle festività, con un po' di fantasia e materiale anche povero et voilà che ve ne pà?























































In alto una fettina di tappo di sughero del Cannonau ;-)

















































Questa serie l'ho fatta soprattutto per i turisti di passaggio a Roma che amano tanto il Pope...












Questa serie per quelli che come me amano tanto il Natale...















Questa serie per i più simpaticoni...

Poi mi sono ricordata che negli anni '90, quando vivevo a Londra avevo fatto delle mini-handmade cards (fu allora che persi tre diottrie) con gli acquerelli, così le metterò insieme a quelle appena fatte e poi scoprirò a chi minchia devo vendere tutte queste cartoline ;-)

Eccole:









































Appunto.